Attrezzatura per campeggio: cosa portare per una vacanza lunga

L’attrezzatura per campeggio utile per affrontare una vacanza lunga va scelta in base alle proprie esigenze e possiamo assicurarti che solo sperimentando svariate soluzioni si può capire effettivamente quali accessori da campeggio servono e quali sono superflui per la tua vacanza.

Per “vacanza lunga” intendiamo un periodo di più settimane nello stesso campeggio ma non un’intera stagione (es: tre settimane al mare nello stesso campeggio).

Quest’anno per il mese di giugno abbiamo deciso di fermarci a Riccione nello stesso campeggio e con il passare degli anni abbiamo potuto provare svariate soluzioni.

Solitamente si tende a portare con sé mezza casa per non farsi mancare niente ma stavolta l’attrezzatura da campeggio che abbiamo scelto si limita allo stretto necessario.

Vogliamo condividere con te la nostra esperienza sperando di darti qualche spunto utile.

Attrezzatura per campeggio: veranda o tendalino?

attrezzatura per campeggio

Quale attrezzatura per campeggio abbiamo scelto?

La nostra amate ed odiata veranda per quest’anno è restata a casa ed abbiamo optato per una soluzione minimale e leggera, il tendalino. Anche se per molti un mese in campeggio può sembrare un periodo sufficiente per giustificare il montaggio della veranda, data l’esperienza degli scorsi anni, per noi non lo è.

Ora ti illustriamo le nostre ragioni.

Perchè non abbiamo montato la veranda?

Non abbiamo montato la veranda perchè abbiamo sostanzialmente spostato il minimalismo.

Il tempo di montaggio e smontaggio veranda non è un problema in neanche 1,5 ore la si monta a regola d’arte (montaggio, tiratura, picchettatura) e la si smonta, il problema per noi è la pulizia finale della veranda a casa.

Non avendo a casa uno spazio esterno ampio facciamo veramente fatica a lavare ed asciugare la veranda come vorremmo.

La nostra veranda Mikitex è una bomba, una camera stagna, veramente un ottimo prodotto, chi l’ha vista montata sa benissimo di cosa stiamo parlando ma dopo aver passato autunno, inverno e primavera senza nessun tendalino o veranda aggiuntiva siamo abituati a sbrigare tutte le faccende sulla caravan.

Il nostro bagaglio è ottimizzato per stare sulla roulotte ed ora per noi la camera esterna che la veranda crea è diventato superfluo. In più siamo a giugno, mese poco piovoso (almeno speriamo).

Nostra figlia ormai ha 4 anni ed è abituata alla vita da campeggio, preferiamo adibire lo spazio in piazzola per stare con i piedi sull’erbetta e vivere un po’ di più in mezzo alla natura.

Più caldo fa e più caldo ci sarà dentro alla veranda, anche se la copertura della nostra Mikitex non è in PVC ma in Tencate pranzare sotto alla veranda in giornate calde è veramente difficile, questo elemento sommato al fatto che la nostra piazzola non è gigante e non ci permette di avere uno spazio ombreggiato dove consumare i pasti all’esterno ci obbliga a portare con noi un altro tavolo con un ombrellone o simile. Il tutto si traduce in tanti chili in più da trasportare.

Quindi, quest’anno abbiamo montato solamente il tendalino e aspettiamo la fine del mese per capire se abbiamo fatto o meno la scelta giusta.

Quali accessori da campeggio sotto al tendalino?

attrezzatura per campeggio tendalino

Gli accessori da campeggio che abbiamo sotto il tendalino devono soddisfare la nostra esigenza di cucinare e passare il tempo sotto di esso al meglio.

Vivere il tendalino al meglio: quali accessori

Sotto al tendalino gli accessori da campeggio che non possono mancare banalmente sono le seggiole ed il tavolo.

Per il tavolo abbiamo scelto un semplice tavolo con la struttura in alluminio ed il pianale avvolgibile, in questo modo conteniamo il peso senza limitare le dimensioni del piano d’appoggio.

Il tavolo in alluminio della Q.bo si monta in qualche minuto ed è abbastanza stabile. Abbiamo scelto questo modello perchè ci permette di utilizzare anche i lati corti per ospitare una persona, solitamente i tavoli sul lato corto presentano le “gambe incrociate” che rendono scomodo l’utilizzo per la seduta.

Per le seggiole, siamo del parere che sia meglio spendere qualche decina di euro in più in modo da garantirsi il pieno comfort, noi siamo così equipaggiati:

  • 2 seggiole Brunner Kerry Slim per gli adulti
  • 1 seggiola da regista della Q.bo in alluminio per Nicole

Oltre a questo abbiamo un paio di tavolini che ci aiutano ad appoggiare eventuali bacinelle e borse. Per questi abbiamo riciclato dei tavoli che già avevamo, l’utilizzo di questi ultimi è prettamente di supporto e qualsiasi tavolo va bene, ovviamente sempre con un occhio di riguardo al peso.

Come potete vedere sotto al tendalino non abbiamo altro.

Cucinare in campeggio: cosa utilizziamo

attrezzatura per campeggio mobile gas e pattumiera

Per cucinare in campeggio è importante allestire una mini-cucina esterna, dato il caldo estivo far bollire dell’acqua in roulotte non è che sia proprio il massimo, sicuramente è una buona opzione se si affronta un weekend veloce, ma se si resta fermi per un paio di settimane è meglio organizzarsi per cucinare all’esterno a nostro parere.

Questo per noi non vuol dire montare cucinotti esterni o altri accessori impegnativi, ma avere un mobiletto per esterno dove appoggiare un fornello a gas con due/ tre fuochi.

Per il mobiletto esterno abbiamo scelto il Brunner Mercury Cross Cooker, pratico mobiletto da cucina con divisione verticale e telaio pieghevole in alluminio. Il piano di lavoro del mobiletto è arrotolabile, i piedini sono regolabili ed è compatto, veloce e facile da montare.

Infatti l’apertura a “soffietto” ci permette di montarlo in 1 minuto, nessun incastro o cose simili.

Per quanto riguarda il piano di cottura esterno ci appoggiamo ad un classico fornello tre fuochi che si può trovare in tutti i Brico oppure su Amazon.

Dopo aver venduto il Cadac Carry Chef 2 per i motivi che abbiamo già indicato in questo articolo, non ci siamo ancora schiariti le idee su quale barbecue da campeggio comprare.

Quindi per “grigliare” utilizziamo una bistecchiera con rivestimento antiaderente come questa.

Questa soluzione per grigliare in campeggio non ci soddisfa al 100% ma per ora è abbastanza funzionale in quanto non abbiamo accessori ingombranti da portare con noi.

Accessori da campeggio per ripararsi dal sole

attrezzatura per campeggio frangisole

Per ripararsi dal sole in campeggio quest’anno abbiamo scoperto un accessorio super: il telo frangisole di Mikitex. Questo accessorio descritto nell’articolo “telo frangisole” ci permette di proteggere l’area sotto il tendalino dal sole e funge da isolante.

Proprio grazie al telo frangisole si è deciso di lasciare la veranda a casa.

Dopo 10 giorni di utilizzo siamo super soddisfatti, la zona d’ombra che si crea è fantastica.

Se piove? Come riparare l’attrezzatura da campeggio

Quando piove è importante salvaguardare l’attrezzatura da campeggio che è all’esterno, i principi che adottiamo sono i seguenti:

  • tutto quello che si lascia fuori anche se si bagna deve funzionare come prima: quindi niente accessori in legno, cibo e soprattutto niente accessori che vanno a corrente elettrica
  • il gavone deve essere accessibile: niente oggetti che bloccano l’accesso ad esso, il suo interno deve essere in ordine e ci deve essere spazio per stivare eventuali oggetti. Questo lo teniamo come “salvavita” nel caso si debbano stivare accessori al coperto velocemente
  • martello e chiave a pappagallo sempre a portata di mano: quando il tempo si fa brutto potresti avere la necessità di togliere dei picchetti velocemente, per noi questi due attrezzi devono essere sempre raggiungibili velocemente.

attrezzatura per campeggio martello e chiave pappagallo

Per riparare la zona cucina dalla pioggia abbiamo acquistato un normalissimo telo per barbecue come questo. Niente di più semplice, in questo modo senza cucinotti o altri accessori più ingombranti abbiamo risolto il problema.

Ovviamente la roulotte deve essere pronta per poter cucinare al suo interno, diciamo che a giugno questo è un caso abbastanza estremo perchè solitamente non piove per giorni interi ma per qualche ora… speriamo!

Se c’è vento forte cosa fare?

Il nemico numero uno per il tendalino è sempre il vento.

Se c’è vento forte si può avere la necessità di togliere il frangisole e riporre nella custodia il tendalino.

Per ora ci è capitato solamente una volta, abbiamo preferito avvolgere il tendalino per dormire tranquilli di notte data l’esperienza che ci è successa due anni fa a Sottomarina.

Quando c’è molto vento la priorità va data al tendalino, cioè il frangisole lo togliamo e lo facciamo cadere a terra, leviamo la cinghia anti tormenta e avvolgiamo il tendalino.

Successivamente sistemiamo il frangisole piegandolo ed appoggiandolo in terra sotto al tavolo, ripieghiamo le seggiole e le appoggiamo sopra al frangisole per non farlo volare via, entriamo in roulotte e buona notte!

Abbiamo scritto questo articolo perchè solitamente si collega “un mese in campeggio” al “montaggio della veranda”.

Quest’anno abbiamo utilizzato un approccio differente e con l’attrezzatura da campeggio che abbiamo scelto per ora siamo pienamente soddisfatti, vediamo se sarà così anche a fine vacanza 😉

like e condividi

Aspetta a chiudere la pagina!

Scrivi cosa ne pensi nei commenti qui sotto

oppure

condividi il post con i tuoi amici!

Lascia il tuo commento

0
  Articoli che potrebbero interessarti