Calcolo consumo corrente in campeggio: meglio ottimizzare quando si paga la corrente al consumo

Il calcolo consumo corrente è un aspetto semplice se si hanno chiari le unità di misura che ci sono in gioco, quando si parla di Ampere, Volt, Watt, KiloWatt, KiloWattOra spesso si fa confusione. In questo articolo iniziamo dalle basi senza addentrarci troppo nel tecnico fino a portarti a capire come calcolare il consumo di corrente della tua roulotte indipendentemente.

Prima di tutto ti spieghiamo quali sono le unità base di misura in gioco.

calcolo consumo corrente campeggio

La corrente: Ampere (A)

L’ampere è una delle unità fondamentali e da essa derivano tutte le altre grandezze elettromagnetiche. Puoi immaginare all’Ampere come l’unità che misura l’intensità della corrente elettrica. Per farti un paragone semplice immagina un tubo dove scorre dell’acqua, l’intensità in Ampere è paragonabile alla quantità di acqua che defluisce nel tubo.

La tensione: Volt (V)

Il Volt è l’unità di misura della tensione o della differenza di potenziale elettrico, se vogliamo dirlo in modo un po’ più tecnico. Per fare un esempio, tornando al concetto del tubo con l’acqua, il Volt equivale alla pressione, oppure, per semplificare ancora maggiormente puoi paragonarlo alla pressione di gonfiaggio di un pneumatico.

La potenza: Watt (W)

La potenza Watt non è una grandezza strettamente elettrica ma equivale più ad una espressione della forza lavoro (sia termico che meccanico). Nel caso in questione quello che ti serve capire è che più un oggetto (frullatore, stufa elettrica, boiler, ecc…) si scalda, più stà consumando corrente e quindi stà generando potenza (Watt).

Sì, perchè la potenza (Watt) è strettamente collegata alla corrente ed alla tensione, infatti la potenza si calcola moltiplicando la corrente per la tensione.

W = A x V

N.B.: Possiamo dire, per semplificare il tutto, che la formula sopracitata è sempre vera. Cioè per capire quanti Watt consuma un oggetto ti basta moltiplicare la corrente per la tensione, anche se questo è vero solamente per i carichi puramente resistivi, ma siccome i conti che andremo a fare sono basati su modelli approssimati tanto vale semplificare il più possibile.

Non abbiamo volontariamente nominato il concetto di resistenza per non mettere troppa carne al fuoco. Questo lo sottolineiamo per non fare storcere il naso a chi mastica questi concetti :-)

KiloWatt (kW)

Il KiloWatt corrisponde a 1000 Watt. Semplice. Quando si parla di 3 Kw si fa riferimento a 3000 W.

KiloWattOra (kWh)

Questa unità di misura ci serve per stimare la potenza totale che un dispositivo utilizza, cioè quanti KiloWatt all’ora consuma il mio oggetto. Quindi se teniamo acceso il nostro boiler che consuma, per esempio, 300 W per 6 ore, avremo una quantità di KiloWattOra consumati ben definita.

Perchè siamo arrivati a parlare del KiloWattOra?

Perchè nei campeggi dove la corrente si paga al consumo solitamente viene pattuito un costo a KiloWattOra, come ad esempio 0,6 € per ogni KiloWattOra consumato.

Come capire quanti KiloWattOra consuma un oggetto

Abbiamo parlato di Ampere (corrente) e Volt (tensione) ma concretamente non ti serviranno per fare complessi calcoli, li abbiamo citati per conoscenza, intanto per capire di cosa si sta parlando.

Questo perchè per capire quanti Watt consuma un oggetto è sufficiente leggere sull’apposita targhetta che è presente in tutti gli oggetti che vanno a corrente elettrica.

Se guardi bene sul retro c’è sempre una targhetta di questo tipo, qui puoi trovare il consumo in Watt. Questo consumo potrebbe anche non essere costante nel tempo (vedi il boiler: una volta che l’acqua è in temperatura non lavora a pieno regime) ma mettiamoci sempre nel caso peggiore e supponiamo che sia costante nel tempo.

Supponiamo di avere un oggetto che riporta sulla targhetta 1000 W e lo teniamo acceso 5 ore al giorno, avremo:

1000 W x 5 ore = 5000 WattOra al giorno

Se vogliamo trasformarlo in KiloWattOra non ci resta che dividere per 1000:

5000 WattOra / 1000 = 5 KiloWattOra

Se il costo di un KiloWattOra è 0,6 € avremo speso:

5 KiloWattOra x 0,6 = 3 € al giorno

Tutto chiaro? Bene!

Ora andiamo ancora più nello specifico e cerchiamo di capire che potenze in Watt abbiamo in gioco nella nostra caravan.

Come ottimizzare i consumi di corrente

colonnina camping con corrente a consumoLo scorso weekend siamo stati in una struttura dove un KiloWattOra costa 0,6 € ed abbiamo speso in 3 giorni 0,9 €.

Come abbiamo fatto a spendere così poco?

Prima di tutto devi capire che esistono sono due macro categorie di oggetti che vanno alimentati a corrente elettrica: quelli che richiedono tanti Watt e quelli che ne richiedono di meno.

Quelli che richiedono pochi Watt sono sostanzialmente le luci della roulotte, i caricabatteria del cellulare, la pompa dell’acqua e la termoventilazione.

Per questi oggetti possiamo dire che il consumo è tendente allo zero anche se li lasciate in funzione per parecchie ore (vedi la termoventilazione della truma).

Tutto il resto richiede una quantità significativa di potenza, cioè: boiler, frigorifero, climatizzatore, phon, stufetta elettrica, ecc… ovviamente più li tenete in funzione e più il consumo di corrente si alzerà.

Ecco i nostri consigli per ottimizzare i consumi di corrente in roulotte:

  • metti il frigorifero a gas
  • non lasciare acceso il boiler per 30 minuti, sono sufficienti 10 minuti per scaldare l’acqua a 35°C
  • utilizza la corrente nei bagni in comune per il phon
  • non utilizzare la stufa elettrica ma la stufa a gas

In questo modo i tuoi consumi di corrente tenderanno allo zero, come è successo a noi.

Calcolo del consumo di corrente in roulotte: un esempio reale

In questa tabella puoi vedere qualche esempio di costi relativi all’utilizzo dei carichi che richiedono maggiore potenza.

I dati sono indicativi e sono ricavati supponendo un costo di 0,6€ ogni kWh.

Ricordiamo che non stiamo parlando di corrente prelevata dalla batteria servizi ma dalla rete elettrica della struttura.

Carico Consumo in W medio Tempo di utilizzo in ore Costo totale

(0,6€ ogni kWh)

Boiler Truma 5 Litri 300 1 (300 x 1 / 1000) x 0,6 = 0,18 €
Climatizzatore Dometic FreshJet 1700 800 6 (800 x 6 / 1000) x 0,6 = 2,88 €
Frigorifero Dometic 150 Litri 170 24 (170 x 24 / 1000) x 0,6 = 2,44 €
Stufa elettrica 800 2 (800 x 2 / 1000) x 0,6 = 0,96 €

Bene, speriamo di essere stati chiari!

Se hai altro da aggiungere scrivilo nei commenti qui sotto.

like e condividi

Aspetta a chiudere la pagina!

Per scrivere questo articolo abbiamo impiegato del tempo prezioso, in cambio ti chiediamo solo di:

scrivere cosa ne pensi nei commenti qui sotto

oppure

condividere il post con i tuoi amici

Grazie!

Lascia il tuo commento

0
  Articoli che potrebbero interessarti